Nella splendida cornice del Grand Hotel PRINCIPE DI PIEMONTEalla presenza di un pubblico raffinato e delle autorità, si è conclusa Sabato 11 Luglio 2015, la Prima edizione del Premio Carlo Pucci.

Sono risultate vincenti per questa edizione le tesi di Laurea di Jacopo Antonucci per la categoria RECUPERO PAESAGGISTICO AMBIENTALE e la tesi di Laurea di Nicola Tenerani per la categoria RESTAURO E RECUPERO ARCHITETTONICO.

Il concorso, organizzato dalla Associazione Culturale “Premio Carlo Pucci” di Viareggio, ha avuto il patrocinio dei Comuni di Viareggio e Camaiore, della Provincia di Lucca, dell’Ordine degli Architetti di Lucca, dell’Università degli Studi di Firenze e del Master di Paesaggistica della stessa Università.

Erano previste due categorie di argomenti delle tesi: il restauro ed il recupero architettonico di edifici posti nella provincia di Lucca, e il recupero paesaggistico- ambientale di aree e spazi urbani posti nella Provincia di Lucca.

La Commissione giudicatrice del concorso, composta dall’ Arch. G. Borella funzionario della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggio per le Province di Lucca e Massa Carrara, dall’Arch. G. De Leo consigliere dell’Ordine degli Architetti di Lucca, dall’Arch. A. Meli docente al Master in paesaggistica dell’Università di Firenze. dall”Arch. M. Pivetta docente DIDA dell’Università di Firenze, e dal Dr. G.P. Benini presidente dell’Associazione organizzatrice, ha esaminato i lavori pervenuti ed ha decretato i vincitori.

Ai due giovani  sono stati consegnati l’attestato ed un assegno di 1.500 euro.

La manifestazione si è svolta nella bella sala convegni dell’Hotel Principe di Piemonte di Viareggio, messa a disposizione gratuitamente dalla proprietà, con la collaborazione organizzativa del personale dell’hotel che ha contribuito, non poco,  al successo dell’evento.


apple-touch-icon-72x72

ARG 0

Nel pomeriggio di Sabato 11 Luglio 2016 la manifestazione del Primo Premio Carlo Pucci si è spostata  nei locali di Villa Argentina, dove si è svolto il seminario avente per tema “ Da Villa Argentina al piano Rogers: passato e futuro di Viareggio” e successiva tavola rotonda sull’argomento “ Quale futuro per Viareggio: turismo o industria?”.

ARG4

Gli organizzatori hanno spiegato che volutamente sono stati scelti questi due luoghi simbolo (il GRAND HOTEL PRINCIPE DI PIEMONTE per la premiazione e VILLA ARGENTINA per il seminario) tornati al loro splendore di un tempo, che dimostrano ciò che ha rappresentato Viareggio nel panorama internazionale dell’epoca e ciò che potrebbe essere recuperando le bellezze esistenti e togliendo parte almeno delle nefandezze attuali.

ARG3

Gli interventi programmati sono stati tenuti dall’Arch. Borella della Soprintendenza di Lucca sul tema “Storia di Villa Argentina e suo contesto storico,sociale e culturale”; gli arhitetti Francesca Lazzari e Marta Giannini, della Provincia di Lucca, hanno descritto l’importanza e le tecniche del restauro della villa; l’Ing. Antonio Dalle Mura, presidente regionale di Italia Nostra, ha trattato con dovizia di dati e aneddoti storici il tema “I decenni al buio 1970/2000: spiegazioni economiche, sociali e politiche della decadenza di Viareggio”.

Infine l’Arch. Riccardo Pieraccini, consigliere comunale della nuova amministrazione cittadina, ha fornito un interessante quadro della situazione attuale, dal quale è emerso il dato più significativo che il pubblico presente ha dimostrato di apprezzare, e cioè che l’attuale Amministrazione considera Viareggio una città sopratutto turistica.

L’Arch. Franco Montanari, ex docente all’Università di Firenze, ha svolto la lodevole e non semplice funzione di moderatore degli interventi di relatori e pubblico, ed ha concluso esprimendo i complimenti per il livello degli interventi auspicando e invitando gli organizzatori a proseguire in questa lodevole iniziativa.

ARG2